Menu
Acqua.jpg

Salvaguardia delle fonti,
riduzione dei consumi

Per produrre birra d’eccellenza
occorre per prima cosa una buona
acqua. Il Birrificio Angelo Poretti,
tra i pionieri della birra nel nostro
Paese, è sorto proprio a Induno
Olona perché qui si trovano due
fonti d’acqua sorgiva di ottima
qualità: la Fontana degli Ammalati
e la Fontana Mulini Grassi.

Utilizzo responsabile

All’epoca l’acqua era considerata una risorsa inesauribile. Oggi sappiamo che non è così e che lo sarà sempre meno in futuro. La scarsità di acqua è, infatti, una delle sfide globali e una delle priorità di Carlsberg Group. È per questi motivi che da anni ce ne prendiamo cura con un utilizzo sempre più responsabile: conteniamo il più possibile i consumi, incrementiamo il riutilizzo e preveniamo gli sprechi.

In concreto, innoviamo costantemente i processi, intensifichiamo il monitoraggio dei consumi e della qualità e stocchiamo l’acqua riscaldata nel processo produttivo per riutilizzarla nel lavaggio.
Tra il 2012 e il 2016 queste azioni ci hanno permesso di ridurre del 23% il nostro consumo specifico, cioè la quantità d’acqua necessaria per produrre un ettolitro di birra.

fonte acqua.PNG

Le principali attività del 2016

Nel 2016 sono state rimesse in esercizio parti
del vecchio impianto di depurazione delle acque
(dismesso nel 2006). Il resto dell'impianto
verrà rimesso in funzione nel 2017, dopo interventi
di manutenzione e modifica. A partire da
ora, grazie a questo investimento, possiamo
restituire all’ambiente acqua di qualità il più
possibile vicina a quella prelevata.
Abbiamo inoltre portato a frequenza settimanale
i monitoraggi ordinari dell’infrastruttura
idrica nella fabbrica di Induno Olona: questo ci
ha consentito di individuare con più tempestività
perdite o malfunzionamenti, migliorando
nettamente le prestazioni rispetto al 2015.

Maggiore attenzione, minore consumo (-20%)

Riempire 39 piscine olimpioniche.
È quanto avremmo potuto fare con
l’acqua risparmiata nel 2016. Ben il
20% in meno rispetto al 2015, per
ogni hl di birra prodotta.
Il 18% in meno complessivamente.
Siamo diventati più efficienti grazie
all'attenzione e all’intervento dei
nostri operatori.
Gestire una priorità richiede idee innovative, determinazione e rapidità di intervento. Questi
sono i principi che ci hanno guidato nel gestire l’acqua nel nostro stabilimento.
Il consumo specifico di acqua è così passato da
4,3 hl/hl nel 2015 a 3,5 hl/hl. Questo incredibile risultato è stato raggiunto grazie al ritmo più serrato dei monitoraggi, passati da mensili a settimanali. 

La loro maggiore frequenza ci ha consentito, infatti, di intervenire più tempestivamente e rispondere in maniera immediata alla necessità di ridurre in modo
importante il nostro consumo dell'acqua.
Il nostro impegno però non si limita semplicemente allo stabilimento.
Il fiume Olona scorre sotto la parte centrale del birrificio, proprio davanti alla nostra storica sala cottura. È una parte integrante del nostro ambiente, anche se nascosta.
Ogni mese ispezioniamo il suo alveo e, periodicamente, manuteniamo la diga a monte dello stabilimento svuotandola dai detriti per prevenire
emergenze ambientali.
In questo modo contribuiamo alla salvaguardia del territorio e della nostra comunità, nonché ovviamente anche del nostro business.

Vuoi scoprire le altre priorità?

Clicca su una di queste finestre