Menu
Foto 6.jpg

1876

Angelo Poretti fonda il suo Birrificio a Induno Olona

Nel 1876 Angelo Poretti, imprenditore varesino emigrato prima in Austria e poi in Boemia e Baviera dove impara a conoscere la birra ed i suoi segreti dai migliori birrai del tempo, fonda a Induno Olona, presso Varese, lo stabilimento presto conosciuto come Industrie Poretti.

Lo stabilimento viene costruito in Valganna, una zona nei pressi di Varese famosa per l’acqua purissima, materia prima fondamentale per la produzione di una birra a regola d’arte e scelta anche per la vicinanza alle grotte, necessarie per mantenere fresco il prodotto. Gli impianti di produzione vengono fatti arrivare da Vienna, insieme ad una prima provvista di materie prime (luppolo, malto, lievito)

1877

Viene prodotta la prima "cotta" di birra

Foto 2 LQ.jpg

 

 

Il 26 dicembre 1877 viene prodotta la prima “cotta” di birra, che concretizza il sogno di Angelo Poretti di produrre una birra italiana di qualità. L’impresa, creata nel 1876 e formalizzata tre anni dopo con la costituzione della Poretti Angelo e C., conquista una grande popolarità qualche anno dopo, nel 1881, in occasione dell’Esposizione Industriale che si tiene a Milano.

1881

Angelo Poretti è presente con il suo stand all’Esposizione Industriale di Milano

Poretti BANNER.png

1901

Angelo Poretti muore e lascia il timone dell’azienda ai due nipoti Angelo Magnani ed Edoardo Chiesa

1905

Inizia la costruzione del complesso in stile liberty ancora oggi tra i siti produttivi più suggestivi d'Italia

1910

Vengono superati i 50.000 ettolitri di birra prodotti all’anno

1916

Viene realizzata la “Cantina Torre”, per anni la cantina più bella d’Europa

La grande crisi economica del 1929 fa precipitare i consumi generali e di conseguenza la produzione: quella nazionale, che nel 1934 tocca il minimo di 289mila ettolitri contro il milione abbondante del decennio precedente, e quella della Poretti che dai 120 mila ettolitri del 1922 scende ai 14mila del ’34. In quell’epoca la storia delle Industrie Poretti si incrocia con quella di un’altra storica famiglia di imprenditori lombardi, i Bassetti, che nel 1936 acquistano lo stabilimento e ne risollevano le sorti portando anche il marchio di birra Splugen che fino ad allora era stata prodotta nel birrificio di Chiavenna. La Poretti riesce ad inserirsi nel miracolo della ricostruzione e, tra il 1946 e il 1974, torna ad essere uno dei capisaldi della produzione di birra in Italia.

1964

Lo Spinamatic, progettato da Achille Castiglioni, riceve il premio “Compasso d’oro”

Lo Spinamatic della “Splugen Brau” segna una grande innovazione nel sistema di spillatura della birra soprabanco e nel 1964 vince anche il «Compasso d’Oro», premio istituito da La Rinascente che mira a valorizzare le soluzioni innovative nel campo del design industriale. Circa 50 anni dopo lo Spinamatic risulta essere il progetto antesignano di quello che è oggi il sistema di spillatura DraughtMasterTM Select 10 introdotto nel mercato nel 2014 da Carlsberg Italia.

1975

Aldo Bassetti firma l’accordo con la United Breweries di Copenhagen per la commercializzazione dei marchi Carlsberg e Tuborg

1982

Avviene la cessione a Carlsberg del 50% delle quote azionarie delle Industrie Poretti

1998

Avviene la cessione a Carlsberg di un ulteriore 25% delle quote azionarie della Poretti. Cambio del nome in Carlsberg Italia S.p.A.

2002

Carlsberg Italia diventa di proprietà di Carlsberg Group al 100%. Termina la fase di acquisizione di distribuzione bevande su tutto il territorio nazionale

Torre dell'acqua

2008

Il Birrificio di Induno Olona viene totalmente rinnovato

Sala cottura

2011 – Nasce Carlsberg Horeca Srl, la Business Unit di Carlsberg Italia dedicata al canale Ho.re.Ca.

Strutturata in 5 Region che garantiscono la capillarità su tutto il territorio nazionale, Carlsberg Horeca srl è dotata di un modello organizzativo innovativo e flessibile che prevede una forte rete di interconnessioni operative e rapporti funzionali con le strutture e i dipartimenti di Carlsberg Italia, servizi di qualità a supporto della forza di vendita e della logistica, un assortimento completo di tutto il mondo beverage (dalle grandi marche alle private label) per andare incontro alle diversificate esigenze dei punti vendita. Carlsberg Horeca srl è oggi un player di riferimento sul mercato italiano soprattutto grazie ai valori Carlsberg che stanno alla base del suo sviluppo: capacità di innovare e rinnovarsi costantemente, passione nella cura dei particolari, attenzione all'intera filiera e volontà di offrire sempre ai consumatori un prodotto di altissima qualità. Il tutto accompagnato da un approccio responsabile con particolare attenzione all'impatto su persone e ambiente.

2011

Viene lanciato in anteprima mondiale DraughtMasterTM Modular 20, il rivoluzionario sistema di spillatura basato sull'utilizzo di fusti di birra in PET riciclabile che non richiedono l'uso di CO2.

DDA

Per accompagnare il lancio dell’innovativo sistema di spillatura DraughtMasterTM e far vivere ai consumatori una esperienza totale di innovazione, qualità e sostenibilità, Carlsberg Italia ha ideato, sviluppato e concretizzato la “Drink Different Area” (DDA), il primo Temporary Bar allestito da Carlsberg Italia a Milano da giugno 2011 a settembre 2011 e poi riprodotto in altre realtà. Un luogo di ritrovo, narrazione e sperimentazione, dove l’innovazione sta in un bicchiere di birra, ma anche in un modo “different” di divulgare la cultura, soprattutto quella della birra e della sostenibilità.

2015

Carlsberg Italia con il brand Birrificio Angelo Poretti partecipa ad Expo Milano 2015

Foto 15.jpg

Birrificio Angelo Poretti è stato scelto per rappresentare l'eccellenza birraria italiana a Expo 2015: è stata infatti la Birra Ufficiale di Padiglione Italia. Per l’azienda è stato di un gradito ritorno laddove tutto è cominciato nel lontano 1881, quando Angelo Poretti ottenne la sua definitiva consacrazione partecipando all’Esposizione Nazionale di Milano. Posta all’incrocio tra il Cardo e il Decumano, nel cuore della manifestazione, abbiamo allestito la Piazzetta della Birra, dove il Birrificio è stato protagonista con il suo spazio esclusivo. 

Un luogo ideato per raccontare all’Italia e al mondo la storia ultracentenaria dell’Azienda attraverso esperienze sensoriali ed eventi che hanno messo in risalto quel saper fare” tipicamente italiano. Un luogo dove Birrificio Angelo Poretti ha potuto valorizzare la propria tradizione, declinandola ai temi-chiave dell’esposizione universale: qualità, innovazione e sostenibilità. Tre voci che possono benissimo riassumersi in un’unica parola: DraughtMaster™.

2015

In occasione di Expo Milano 2015, i nostri Mastri Birrai hanno dato alla luce una nuova ricetta esclusiva: la 10 Luppoli Le Bollicine. Una birra special con 10 varietà di luppolo provenienti da tutto il mondo. Esclusiva è anche la confezione, creata da una rinomata scuola di design di Milano.

EXPO - Piazzetta 1.jpg

2015

Carlsberg Italia e Giornalisti nell’Erba hanno promosso “Vivi Expo da Inviato”, concorso nazionale che ha dato la possibilità a 8 giovani inviati di raccontare la sostenibilità e l’innovazione presentate ad Expo da tutto il mondo. Scopri tutti i servizi qui.

L’esperienza di Birrificio Angelo Poretti vive oggi anche dopo Expo. Carlsberg Italia tra la fine del 2015 e i primi mesi del 2016 ha infatti donato 150 alberi alla Lombardia, un lascito concreto al territorio in cui l’azienda opera. Gli alberi donati coprirebbero una superficie equivalente a 2 Piazza Duomo a Milano e sono stati “conteggiati” attraverso l’Orologio degli Alberi, il progetto ideato da Carlsberg Italia in collaborazione con Legambiente Onlus e IEFE Bocconi che ha permesso di rendicontare la quantità di CO2 non immessa nell’atmosfera durante i 6 mesi di manifestazione universale, grazie all’utilizzo in Piazzetta della Birra di DraughtMaster™, l’innovativo sistema di spillatura senza anidride carbonica aggiunta. Il conteggio è stato effettuato secondo la formula certificata EPD (Environmental Product Declaration) 3 fusti = 1 albero. Così le 350.000 birre spillate nell’arco dei 6 mesi di Expo 2015 (l’equivalente di -25.000 kg di CO2) si sono trasformate in 1.150 alberi che contribuiranno a loro volta a migliorare l’atmosfera lombarda attraverso il rilascio di ossigeno.

Foto BAP 10 Rosè.jpg

2016

L’8 marzo, in occasione della Festa della Donna, viene presentata al Mudec di Milano: Birrificio Angelo Poretti 10 Luppoli Le Bollicinè Rosè

2016

Carlsberg Italia in collaborazione con Celli Group propone ad Ecomondo – Fiera di Rimini il punto vendita Ho.Re.Ca. sostenibile

2016-11_Ecomondo.jpg