Menu
banner.jpg

Le 5 azioni per mitigare l’impatto dei cambianti climatici sulle attività di Carlsberg Italia

Sulla base di un’analisi condotta in fase di partenza, Carlsberg Italia ha individuato i principali fattori di rischio per il territorio e per l’Azienda, dovuti ai cambiamenti climatici e, conseguentemente, ha identificato una serie di azioni resilienti nell’ambito delle proprie attività. In particolare, i pericoli maggiori emersi dall’analisi sono stati: ondate di calore e di freddo, siccità e precipitazioni estreme.

Le azioni implementate dall’azienda si inseriscono in un percorso improntato alla sostenibilità e all’attenzione al territorio che Carlsberg Italia ha intrapreso già da alcuni anni adottando la strategia del Gruppo, Together Towards ZERO, con la quale sta contribuendo al raggiungimento di alcuni degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) definiti dalle Nazioni Unite.

In linea con l’analisi effettuata, l’azienda ha adottato cinque azioni per rispondere a queste potenziali criticità e contribuire alla preservazione del territorio, delle proprie attività e dei propri lavoratori:

INSTALLAZIONE IMPIANTO PASTORIZZAZIONE FLASH

Contribuisce a:

  • riduzione dell’umidità e della temperatura nel luogo di lavoro
  • minor impatto ambientale calcolato in un 10/15% di risparmio energetico
  • -10% di emissioni di CO2
  • -10% di fabbisogno idrico di processo.

PROGRAMMA OPEN AIR JOB … «lavorare nel Parco»

Dare la possibilità ai Dipendenti di svolgere alcune delle proprie attività lavorative all’interno del parco adiacente il Birrificio per generare impatti positivi sulla qualità della vita in Azienda in termini di:

  • riduzione dello stress
  • aumentato senso di appartenenza
  • miglioramento della creatività

STUDIO IDROGEOLOGICO: IMPATTI DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI SULLE SORGENTI

  • Messa in opera di un sistema di monitoraggio delle portate e di temperatura e conducibilità elettrica in continuo
  • Analisi dei dati per la definizione delle curve di esaurimento delle sorgenti
  • Valutazione della possibilità tecnica (temporanea) di allacciamento a pubblico acquedotto (A.C. Induno Olona, gestito da ASPEM) alimentato localmente dalle acque della Sorgente Galleria, in Valganna
  • Rimozione di tutte le tubazioni dismesse site all’interno del tratto coperto del Fiume Olona
  • Posizionamento di un’asta idrometrica
  • Realizzazione di una briglia per il trattenimento dei detriti a monte in alveo

STUDIO SULLA SALVAGUARDIA DELLE PIANTE DEL PARCO DEL BIRRIFICIO

L’iniziale valutazione dello stato di salute delle piante dell’area boschiva e l’identificazione degli interventi di manutenzione ha portato alla realizzazione degli stessi interventi che nella relazione di un Esperto Agronomo sono stati classificati in interventi improrogabili, urgenti e necessari.

COINVOLGIMENTO DEI FORNITORI NEI CASI DI EVENTI ESTREMI PER GARANTIRE LA «BUSINESS CONTINUITY»

L’attività riguarda una serie di misure e di training volte al coinvolgimento diretto ed attivo dei Fornitori per aumentare la loro conoscenza in merito a:

  • territorio aziendale, della sua struttura e dislocazione degli impianti
  • territorio circostante
  • aree sensibili e punti critici della Fabbrica come ad esempio luoghi particolarmente difficili da raggiungere (alveo del fiume tombinato, diga a monte dello Stabilimento, cantine di fermentazione)
  • punti di accesso al Fiume
  •  figure tecniche di Fabbrica con le quali cooperare ed intervenire (esempio Squadre di Manutentori, Responsabili tecnici).